Lettera ai Contradaioli | Nobile Contrada dell'Oca

Nobile contrada dell'Oca

Lettera ai Contradaioli

Amici Contradaioli,

donne, uomini e giovani di Fontebranda

Nel giorno della celebrazione della nostra amata Santa, mi preme inviare a Voi e alle vostre famiglie un affettuoso saluto a nome mio personale e di tutta la dirigenza della nostra Contrada.

Viviamo una situazione irreale causata da questo nemico invisibile che in maniera subdola attacca e limita i nostri rapporti interpersonali. Esso però non potrà mai minare il nostro attaccamento e il profondo amore che nutriamo per S.Caterina e per il Paperone e come Lei stessa affermava “Nella amaritudine gusterai la dolcezza e nella guerra, la pace”!

Un abbraccio, purtroppo virtuale, con la certezza che Santa Caterina ci guarda e ci protegge.

IL GOVERNATORE

Francesco Cillerai

Inno nazionale a S.Caterina da Siena – Patrona d’Italia:
A  GLORIA  DI  SIENA

A gloria di Siena e d’Italia
Iddio Ti donò, o Caterina;
e faro di luce divina
splendesti a Pontefici e Re.

Ritornello:
O Stella dei cieli di Dio,
o fior dell’Italica gente,
deh! veglia, Eroina possente
ognor sulla Patria e l’Altar.

Dell’alma Tu, vita il mattino
fu come un incanto d’amore,
sorriso d’intatto candore,
profumo d’eccelsa virtù.
R. – O Stella dei cieli di Dio, ecc.

Celata nel sacro silenzio,
dall’ansie del mondo lontana,
s’apriva a Te l’estasi arcana
di tutto il fulgore del Ciel.
R. – O Stella dei cieli di Dio, ecc.

Tu fosti l’eletta fra mille
donata del mistico anello,
sacrata col divo suggello
imagin di Cristo fedel.
R – O Stella dei cieli di Dio, ecc.

Tu l’ombre di morte fugavi
dal cuore dei vinti dal male;
e Tuldo alla vita eternale
ascese, redento, per Te.
R. – O Stella dei cieli di Dio, ecc.

Eletta per l’opra immortale
che a Cristo rendè la sua Sede,
di tutti i fratelli di fede
spengesti l’angoscia nel cuor.
R. – O Stella dei cieli di Dio, ecc.

Del mite Signor della pace
Tu fosti mitissima ancella,
e al suon di Tua dolce favella
s’amaron le avverse città.
R. – O Stella dei cieli di Dio, ecc.

L’amor della Patria e di Dio
fu un unico amor nel Tuo cuore;
devoto volesti al Pastore
il popol devoto al suo Re.
R. – O Stella dei cieli di Dio, ecc.

vedi anche